locandina

  • Processo Condor, Horacio Pietragalla alla Procura di Roma per il caso Troccoli

    Il Segretario per i Diritti umani argentino Horacio Pietragalla ha incontrato oggi il Pubblico Ministero Erminio Amelio presso la Procura di Roma. Insieme al Capo di gabinetto Nicolas Rapetti, hanno discusso del processo che vede imputato Jorge Nestor Troccoli per  l’omicidio di Raffaella Giuliana Filippazzi, del marito Augustin Potenza e della militante Elena Quinteros.

    All’incontro hanno preso parte anche Jorge Ithurburu, presidente di 24 Marzo Onlus, e i legali di Progetto Diritti Silvia Calderoni, Emma Persichetti e Arturo Salerni, difensore dei familiari di Augustin Potenza.
    L’udienza per Troccoli è fissata al prossimo 14 luglio.

  • Archivio Desaparecido, venerdì 10 giugno la presentazione del libro

    Sarà venerdì 10 giugno alle 18, presso la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo a Roma, la presentazione di ‘Archivio Desaparecido’, un’inchiesta giornalistica sui desaparecidos di origine italiana. Attraverso il racconto di alcuni protagonisti delle vicende, il libro propone una riflessione su temi come l’impunità, la trasmissione di memorie traumatiche e le complessità del ritorno alla democrazia in alcuni Paesi dell’America Latina.

    Archivio Desaparecido nasce come progetto del Centro di giornalismo permanente, collettivo di giornalisti freelance che ha realizzato un archivio multimediale con oltre 40 interviste

    Parteciperanno alla presentazione i curatori del volume, Elena Basso, Marco Mastrandrea e Alfredo Sprovieri, insieme all’avvocato Arturo Salerni e al diplomatico Enrico Calamai. Il libro è edito da Nova Delphi Libri per la collana Vento del Sur.

  • Progetto Diritti a Napoli, dal 27 maggio un nuovo sportello

    La rete di sportelli legali di Progetto Diritti si allarga! Il prossimo 27 maggio verrà inaugurata una nuova sede a Napoli, in Via Santi Quaranta 34, zona Porta Nolana.

    Vicinissima alla Stazione Centrale e alla Stazione della Circumvesuviana, la sede si trova al piano terra e verrà condivisa con l’agenzia di viaggi National Aviation.

    Lo sportello sarà aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18, domenica e festivi chiuso, e, oltre all’operatore legale, sarà disponibile un avvocato un giorno a settimana.

    A chi è rivolto lo sportello? A chiunque abbia bisogno di informazione e assistenza sulle pratiche amministrative riguardanti il rilascio, il rinnovo, la conversione del permesso di soggiorno, il ricongiungimento familiare, l’acquisizione della cittadinanza, la richiesta di asilo politico; di mediazione nei rapporti con la pubblica amministrazione, con interventi a sostegno di chi ha difficoltà nel far valere i propri diritti nei vari uffici competenti (questure, prefetture, Sportello Unico per l’Immigrazione, Commissione nazionale per il diritti d’asilo, l’INAIL) e assistenza sui procedimenti amministrativi pendenti laddove non si riescano ad avere notizie; di consulenza e assistenza legale nelle discipline del diritto penale, civile, internazionale e dell’immigrazione; di informazione e consulenza legale per problematiche relative al lavoro e la previdenza sociale e assistenza per la risoluzione di controversie sul lavoro, tutela dei lavoratori e dei familiari in caso di infortuni e decessi sul lavoro; di orientamento, consulenza e assistenza legale per coloro che vogliono inoltrare richiesta di asilo o per coloro che hanno già ottenuto il riconoscimento dello status di rifugiato, la protezione sussidiaria e umanitaria; di informazione, consulenza e assistenza sulle pratiche per l’acquisizione della cittadinanza italiana.

    In attuazione del DL 14/22 Disposizioni urgenti sulla crisi in Ucraina, lo sportello erogherà servizi, sia giudiziari che amministrativi, a favore dei cittadini ucraini e stranieri che provengono dall’Ucraina.

  • L’avvocato di Ocalan ricevuto stamattina dalla Commissione Giustizia della Camera

    Ibrahim Bilmez è stato accompagnato da Yilmaz Orcan, Arturo Salerni e Simonetta Crisci

    Questa mattina, il presidente della Commissione Giustizia della Camera Mario Perantoni ha ricevuto Ibrahim Bilmez, l’avvocato del leader curdo Abdullah Ocalan.

    Ad accompagnarlo c’erano il rappresentante del Popolo Curdo in Italia Yilmaz Orcan, accompagnato dagli avvocati Arturo Salerni, di Progetto Diritti, e Simonetta Crisci. 

    Ocalan, che nel 1998 ha ottenuto asilo politico dal Tribunale di Roma, è attualmente rinchiuso in un carcere speciale turco e nessuno ha sue notizie dal 2020 né il suo avvocato ha più avuto informazioni sul suo stato di salute. La delegazione ha pertanto condiviso con il presidente Perantoni la forte preoccupazione per le condizioni del leader curdo.

  • Devolvi il tuo 5×1000 a Progetto Diritti Onlus, Aiutaci nelle nostre battaglie a fianco dei diritti!

    Quest’anno Progetto Diritti Onlus compie 30 anni. Trent’anni spesi sempre dalla parte dei migranti, dei profughi e dei naufraghi del Mediterraneo, dei braccianti sfruttati nelle campagne italiane, delle donne e dei lavoratori. Trent’anni dalla parte dei diritti, sempre e ovunque.

    Lo facciamo organizzando e prendendo parte ad attività culturali e festival, valorizzando sempre l’incontro e lo scambio tra le culture. E, soprattutto, lo facciamo con i nostri sportelli legali a Roma, Ostia, Terracina, Catania e Licata: qui forniamo orientamento e assistenza legale gratuita a chiunque ne abbia bisogno.

    Siamo dalla parte dell’umanità ovunque, nei territori e nelle aule di Tribunale, con i nostri avvocati impegnati, tra l’altro, a difendere la Ong Open Arms nel processo contro Matteo Salvini e i familiari di alcuni dei desaparecidos vittime delle dittature militari sudamericane nel Processo Condor. Siamo impegnati nel caso dell’omicidio del bracciante e sindacalista Soumalia Sacko e Progetto Diritti è parte civile nei processi per i naufragi del 3 e dell’11 ottobre del 2013.

    SOSTIENICI CON IL 5X1000!

    Aiutaci ad andare ancora avanti nei nostri progetti! Basta poco: destina il tuo 5×1000 a Progetto Diritti. Compila la scheda sul modello 730 o Unico; firma nel riquadro indicato come Sostegno del volontariato… e indica nel riquadro il codice fiscale di Progetto Diritti: 97086730583.

    Anche se non devi presentare la dichiarazione dei redditi, puoi comunque devolvere a Progetto Diritti il tuo 5 per mille compilando la scheda fornita insieme al CU dal tuo datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione. Firmerai nel riquadro indicato come Sostegno del volontariato… indicando il codice fiscale di Progetto Diritti 97086730583.

    Inserisci la scheda in una busta chiusa, scrivi sulla busta DESTINAZIONE CINQUE PER MILLE IRPEF e indica il tuo cognome, nome e codice fiscale.

    Consegnala a un ufficio postale (che la riceverà gratuitamente) o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti…).

    Qui sotto, trovi il modello esemplificativo della dichiarazione dei redditi da compilare.

    Abbiamo tanti progetti in vista, aiutaci a realizzarli. Prendi parte anche tu alle nostre iniziative di solidarietà, destina il tuo 5×1000 a Progetto Diritti Onlus!

    Le illustrazioni sono di Chiara Fazi.

Nessun commento a questo articolo.

Lascia un commento