Basta espulsioni di attivisti pro Kurdistan in Turchia. Solidarietà ad Antonio Olivieri

Esprimiamo piena solidarietà ad Antonio Olivieri, presidente dell’associazione Verso il Kurdistan di Alessandria, respinto all’aeroporto di Istanbul nonchè ferma condanna del comportamento della Repubblica della Turchia. Si tratta dell’ennesima espulsione di cittadini italiani ritenuti colpevoli di battersi per il rispetto dei diritti umani del popolo kurdo in Turchia e di essere attivi nello sviluppo di progetti di  cooperazione con la regione del Sud Est dell’Anatolia. Non è questa la strada per la costruzione di un dialogo costruttivo, sollecitato da più parti all’interno ed all’esterno della Turchia, sola strada per giungere ad una pace duratura nella regione e ad un pieno sviluppo della democrazia. E’ interesse dell’Europa richiedere con fermezza alla Turchia di porre fine a condotte di assoluto disprezzo nei confronti degli operatori di pace e dei difensori dei diritti umani. Chiediamo alle autorità italiane di far sentire la loro voce a tutela dei propri cittadini e nella consapevolezza che il dialogo e la ricerca della pace nella regione kurda siano questioni irrinunciabili nel cammino verso una Europa della democrazia e dei diritti.