Ritorno in Senegal

Ritorno in Senegal è un progetto dedicato al tema del rientro dei migranti, tema poco conosciuto, spesso circondato da miti e luoghi comuni e scarsamente valorizzato dai decisori politici e perfino dal mondo associativo impegnato nella tutela dei migranti. Non tutti i migranti arrivano: a volte ritornano nel paese d’origine, a volte circolano liberamente tra un contesto e un altro, altre volte vorrebbero tornare, ma scoprono di essere prigionieri nel luogo che li ha ricevuti. Il ritorno dei migranti è in ogni caso un fatto di rilievo che va compreso e valorizzato. Il sito ritornoinsenegal.org e l’Agenzia per il ritorno consapevole sono nati per colmare questo deficit di conoscenza sulle migrazioni di ritorno e per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica su una problematica, quella del ritorno, che prelude spesso a una difficile “migrazione al contrario” e che, al pari della migrazione “primaria”, richiede al soggetto una complessa mobilitazione di risorse economiche, psicologiche, relazionali.
Nel sito, dedicato in modo particolare alle migrazioni di ritorno tra Italia e Senegal, si trovano dati, informazioni, articoli scientifici e analisi per meglio comprendere e supportare i percorsi transnazionali dei migranti. Una sezione è dedicata alla formulazione di proposte e azioni concrete, tra cui si possono menzionare le seguenti: stipula di accordi bilaterali sui diritti previdenziali, promozione di cooperative transnazionali, istituzione di uno status di soggiorno particolare per il migrante di ritorno.
L’Agenzia per il ritorno consapevole è dedicata a favorire, semplificare e sostenere il ritorno consapevole dei migranti senegalesi grazie alla mediazione e alle informazioni di due agenti facilmente reperibili, uno a Roma e uno a Dakar, che sono i punti di contatto per coordinare e individuare servizi e opportunità.
Il progetto Ritorno in Senegal è frutto di una cooperazione transnazionale tra l’associazione Roma-Dakar, la onlus Progetto Diritti e l’Institut des droits de l’homme et de la paix di Dakar, ed è stato realizzato con il sostegno dei fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese.

Convegno 24 maggio 2016- Dakar
<
>
Convegno 24 maggio 2016- Dakar